Accedi

Pubblicato in Blog

La crisi del Pse e le possibilità per la sinistra.

Lunedì, 15 Settembre 2014 10:06 Scritto da 

Il Pd e il Psi avanzeranno la proposta di un congresso straordinario del Pse: ad annunciarlo dal palco della festa di Marina di Carrara del Psi, il segretario socialista Nencini, la vicesegretaria del Pd Serracchiani e il ministro della Giustizia Andrea Orlando.

I tre affermano: "oggi in Europa si fronteggiano un blocco di governi che vogliono proseguire con le politiche di austerità e un blocco che chiede di cambiare: serve flessibilità sugli investimenti, liberare dal patto di stabilità gli investimenti sulle opere pubbliche. I governi socialisti ad oggi non hanno una posizione univoca, noi chiediamo un congresso straordinario affinché la assumano tutti i governi del Pse. Se così non sarà, allora il Pse ha perso molti dei suoi motivi di esistere."

Parole chiare che sembrano preludere a possibili scoinvolgimenti nel Pse, in cui sono tante le posizioni ed i paesi insofferenti.

Cosa succederebbe se si disgregasse il partito più antico della tradizione del movimento operaio Europeo? E' chiaro che ci sarebbe un processo di scomposizione e ricomposizione.

Per chi sta a sinistra vi sarebbe la possibilità di costituire un'alleanza europea, nuova: un soggetto politico Europeo basato sulla centralità del lavoro, sull'antiliberismo e sulla discontinuità rispetto ad un economia speculativa, di carta.

Naturalmente questa possibilità è potenziale: dipenderà dalle capacità oggettive e soggettive di mettere in campo una proposta che vada oltre le attuali famiglie politiche, capace di essere inclusiva e di creare una maggioranza in seno a questo possibile nuovo soggetto politico con gli orientamenti sopra citati.

Penso che sia una sfida da non sottovalutare ed alla quale non abdicare, qualora si arrivasse davvero ad una scomposizione del Pse.

Letto 1420 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Etichettato sotto
Antonino Martino

(Reggio Calabria, 1987), studia giurisprudenza a Torino. A 14 anni si impegna nella Sinistra giovanile (allora l'unica organizzazione giovanile al Liceo Classico Newton di Chivasso), ma l'anno seguente aderisce ai Giovani Comunisti da indipendente. Nel 2005 fonda il coordinamento dei collettivi studenteschi Libera Lotta, diffuso in tutta Italia, che si evolve in Sinistra Nostra superando l'ambito studentesco e, nel 2008, pur mantenendo una propria elaborazione culturale, confluisce nel Movimento Radicalsocialista. Nel 2009, pertanto, diventa Responsabile Comunicazione e poi Responsabiile Movimenti della segreteria nazionale.

Convinto della necessità di una forte sinistra unita, prosegue un percorso coerente con la propria impostazione politica di comunista che si batte per l'egemonia.
Appassionato di lettura e musica (rock e metal), fin dalla sua origine ha aderito convintamente al progetto di Sinistra XXI.

Sito web: https://www.facebook.com/profile.php?id=100005179248315&fref=hovercard
Devi effettuare il login per inviare commenti
Contattaci
Contattaci per maggiori informazioni
div.tagItemImageBlock {float:none;} div.tagItemView {text-align: center;}