Accedi

Sinistra XXI - www.sinistra21.it

per l'Alternativa di Società

Un partito pienamente politico

Venerdì, 17 Marzo 2017 19:49

Un partito è pienamente politico se è capace di affrontare, insieme agli oppressi, le grandi questioni che interessano la società complessa del suo tempo. Un partito rivoluzionario affianca l'attività pratica con la ricerca teorica tesa a delineare un progetto di socialismouna strategia per realizzarlo, combinando una pratica socialeuna organizzazione unitarie.

"Proprio in ragione della speciale complessità delle formazioni sociali e parimenti delle drammatiche questioni sociali e ambientali della nostra epoca il soggetto delle trasformazioni socialiste non può che essere un soggetto, ergo un 'partito', pienamente politico. Le grandi drammatiche questioni della nostra epoca o riusciranno a essere sempre più affrontate nel loro insieme, quindi nelle loro connessioni, nei loro accavallamenti e nei loro intrecci, nonché a essere sempre più affrontate dall'insieme delle soggettività sfruttate, dei gruppi fusionali, delle loro organizzazioni, dei loro movimenti, ecc., oppure i risultati di lotte altrimenti condotte risulteranno sempre meno sufficienti, sempre più friabili e facilmente reversibili, spesso anzi di questi stessi risultati ce ne saranno sempre meno. Occorre dunque costruire e consolidare processi pratico-sociali e organizzativi combinati, unitari, e parimenti attività di ricerca teorica che definiscano un 'progetto' socialista di società e una strategia della sua realizzazione capaci di risposte davvero universali".

L. Vinci, Quale soggetto per quale trasformazione. Note sul soggetto sociale anticapitalistico, sulla sua forma politica e sul socialismo agli albori del XXI secolo, Milano, Punto Rosso, 2007, p. 136

Ultima modifica il Giovedì, 20 Agosto 2020 18:18
Letto 1411 volte
Vota questo articolo
(1 Vota)
Etichettato sotto
Contattaci
Contattaci per maggiori informazioni