Accedi - Registrati

Sinistra XXI - www.sinistra21.it

Pubblicato in Riviste

Democrazia economica e autogoverno nell'impresa

Venerdì, 04 Dicembre 2020 11:29

Informazioni aggiuntive

  • Logo: Logo
  • Testata: Economia & Lavoro
  • Numero/Anno: 2/2020
  • Periodicità: Quadrimestrale
  • Editore: Carocci
  • Prezzo (singolo numero) €: 32,00
  • Ricevi un estratto gratuito:

    (controlla anche nella cartella SPAM della casella email)

  • Descrizione fascicolo:

     

    Il numero si apre con una sezione monografica, introdotta da Paolo Borioni, Mattia Gambilonghi e Alessandro Tedde, comprendente sei contributi sulla tematica “Democrazia economica e autogoverno nell’impresa”. Il saggio di Mattia Gambilonghi ricostruisce sinteticamente alcuni dei principali passaggi che scandiscono l’evoluzione dell’elaborazione socialista e comunista all’interno del movimento operaio. Focalizzandosi sulla democrazia economica nordica, Paolo Borioni approfondisce il concetto di “socialismo funzionale” e il suo senso storico. A seguire, il contributo di Monica Quirico descrive la genesi e l’affermazione del “Piano Meidner” in Svezia, illustrando anche le reazioni da parte del mondo imprenditoriale e dei settori borghesi dell’opinione pubblica. Spostandosi sul dibattito corrente di politica economica, Laura Pennacchi sostiene come la necessità di una rinnovata proposta in materia di democrazia economica sia dovuta alle mutazioni strutturali del capitalismo neoliberale dell’era digitale. Sulla stessa scia, Francesco Garibaldo descrive il quadro analitico necessario per comprendere questa nuova fase del capitalismo, evidenziando l’urgenza di un profondo ripensamento della forma del sindacato e delle sue pratiche. Chiude la sezione monografica Alessandro Tedde, che espone la tesi secondo la quale gli ostacoli alla realizzazione della democrazia industriale e della democrazia economica in Italia siano dovuti ai rapporti sociali di produzione nella loro attuale conformazione.

    Il fascicolo prosegue con il contributo di Giuseppe Croce, focalizzato sul mondo del lavoro ai tempi del Covid-19: l’autore evidenzia come, con l’avvio della ripresa economica, sia necessario modificare il policy mix con l’inserimento di politiche attive.

    Il saggio di Alessandra Righi esamina l’offerta delle misure di welfare occupazionale all’interno delle imprese manifatturiere e di servizi italiane attraverso un’analisi descrittiva dell’associazione statistica tra l’introduzione di queste misure e le tendenze occupazionali dell’impresa.

    Antonio Russo analizza la relazione tra Stato e mercato, esplorando gli effetti del neoliberismo sulla regolazione della politica economica, e sottolineando l’attualità della prospettiva smithiana.

    A 40 anni dal suo primo (e pioneristico) articolo sul telelavoro, pubblicato proprio su questa rivista, Vittorio De Martino rivisita tale tema esplorandone i molteplici fattori e indicando quali aspetti ancora lo frenano e quali possono invece rilanciarlo.

    In chiusura, Mariella Eboli e Marina Schenkel ricordano Lucilla Castellucci, studiosa di economia del lavoro.

    Recensioni

    R. Bellofiore, F. Garibaldo, M. Mortagua, Euro al capolinea? La vera natura della crisi europea (di Dario Guarascio)

    L. Ricolfi, La società signorile di massa (di Enzo Russo)

Devi effettuare il login per inviare commenti

Autori