Accedi ai servizi con il tuo nome utente e password

Accedi - Registrati

*la Sinistra del XXI secolo*

Pubblicato in Lavoro & Partecipazione

Sinistra Italiana e le alleanze da Parma a Palermo: la differenza tra il dire ed il fare

Martedì, 07 Marzo 2017 14:15 Scritto da 

Questo tema ha posto in secondo piano altri temi molto più importanti (dall'Europa al programma di governo per il Paese): la questione delle alleanze è stata ritenuta prioritaria.

Con grande sgomento, ma anche con il fastidioso sentore di essere state un pò delle Cassandre, scopriamo che, dopo le roboanti dichiarazioni di "alternativa" rispetto alle alleanze (e mai rispetto alla società), dopo i proclami "mai con il Pd", emergono i primi due casi di incoerenza rispetto alla linea politica nazionale.

A Parma, infatti, Sinistra Italiana partecipa alle primarie di coalizione, non solo con il Pd ma anche con liste civiche che pullulano di ex militanti di centrodestra.

A Palermo, pare che Sinistra Italiana abbia già chiuso un accordo di coalizione: anche qui non solo con il Pd, ma addirittura con liste vicine al Nuovo CentroDestra di Alfano, sotto l'egida dell'uscente sindacato Leoluca Orlando (già esponente della sinistra DC).

Solo venti giorni fa, al congresso venivano lanciate accuse di voler fare "alleanza con il PD" a quei compagni di Sinistra Italiana che ora sono confluiti nel Movimento Democratici e Progressisti (Mdp), che oggi danno indicazione di partecipare a coalizioni di centro-sinistra, purché senza NCD o simili. Sinistra Italiana, invece, si affretta a chiudere accordi elettorali come quelli di Parma e Palermo.

Ma del resto non mancano casi in cui, in modo disinvolto, governiamo già con coalizioni di tal fatta: penso al Piemonte, dove a Gassino, sotto le insegne di una lista civica, SI partecipa ad una giunta con esponenti di Forza Italia, oppure alla stessa regione Piemonte nella quale siamo in maggioranza con il renzianissimo Chiamparino.

Allora, sarebbe stato forse più saggio celebreare un congresso attorno a questioni realmente fondamentali: la collocazione europea e la visione della UE, la costruzione di un programma di governo per l'alternativa di società, l'organizzazione del partito sui territori, la formazione dei militanti al mutualismo come pratica da non delegare ad enti esterni, le scuole di formazione politica.

Le alleanze elettorali sono pure collocazioni tattiche, sulle quali intervengono miriadi di fattori, specie a livello locale. Le questioni strategiche, che invece il congresso nazionale ha abbandonato, dovrebbero valere per l'oggi e per il domani. Il fatto che, però, di questa strategia generale e di prospettiva nulla (o comunque poco) si  veda, ci preoccupa. E pure molto.

Antonino Martino, Assemblea Nazionale Sinistra Italiana

Ultima modifica il Martedì, 07 Marzo 2017 18:40

Ti è piaciuto l'articolo? Allora, condividilo con i tuoi amici!

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter
Letto 614 volte
Vota questo articolo
(1 Vota)
Antonino Martino

(Reggio Calabria, 1987), studia giurisprudenza a Torino. A 14 anni si impegna nella Sinistra giovanile (allora l'unica organizzazione giovanile al Liceo Classico Newton di Chivasso), ma l'anno seguente aderisce ai Giovani Comunisti da indipendente. Nel 2005 fonda il coordinamento dei collettivi studenteschi Libera Lotta, diffuso in tutta Italia, che si evolve in Sinistra Nostra superando l'ambito studentesco e, nel 2008, pur mantenendo una propria elaborazione culturale, confluisce nel Movimento Radicalsocialista. Nel 2009, pertanto, diventa Responsabile Comunicazione e poi Responsabiile Movimenti della segreteria nazionale.

Convinto della necessità di una forte sinistra unita, prosegue un percorso coerente con la propria impostazione politica di comunista che si batte per l'egemonia.
Appassionato di lettura e musica (rock e metal), fin dalla sua origine ha aderito convintamente al progetto di Sinistra XXI.

Sito web: https://www.facebook.com/profile.php?id=100005179248315&fref=hovercard

Lascia un commento

I commenti lesivi della dignità altrui o che incitano a comportamenti violenti e/o illeciti saranno cancellati

Autori