Accedi ai servizi con il tuo nome utente e password

Accedi - Registrati

*la Sinistra del XXI secolo*

Pubblicato in Notizie

Lo scandalo della sinistra pro-bavaglio.

Domenica, 24 Giugno 2012 18:10 Scritto da  Antonino Martino, Alessandro Tedde

In questi giorni si sono rincorse le voci di intercettazioni riguardanti il presidente Napolitano sui fatti legati alla presunta trattativa Stato-Mafia. Nel merito di questi ultimi non entreremo perché è giusto che prima di tutto la magistratura accerti eventuali responsabilità. Tuttavia non possiamo tacere dinanzia all'ennesimo scandalo. Tralasciando l'abbandono del ruolo di terzo di fronte alla contesa politica e di garante dell'unità dello Stato e della Costituzione da parte di Napolitano (ormai, in tutto e per tutto, un attore politico - si veda la genesi del governo Monti). Ci colpisce che proprio ora emerga un nuovo attivismo dell'inquilino del Colle che propone di esaminare nuovamente la "legge bavaglio" su intercettazioni e giornalisti. E, altresì, ci lascia sbigottiti il silenzio imbarazzante di certa sinistra o presunta tale.

Ci domandiamo: dove sono finite le barricate che il PD alzava quando era Berlusconi a propore leggi di tal fatta? E dove sono le campagne di Repubblica contro la "legge bavaglio"? Per non parlare delle edizioni dell'Unità con le pagine listate a lutto. E' sconcertante come certe battaglie - lo dimostrano i fatti - non fossero portate avanti per convinzione, ma esclusivamente come strumento politico nei confronti della persona di Berlusconi.

Berlusconi, che rappresenta solo la punta dell'iceberg del problema più evidente: la diffusione della cultura del personalismo e dell'ideologia iperliberista che è permeata tra la società e, con essa, ha finito per essere acquisita da ampi strati della sinistra italiana. Sinistra XXI è contraria ad ogni legge che limiti la libertà costituzionale di stampa, nonché l'azione responsabile della magistratura. Le leggi atte a limitare tali facoltà all'interno dell'alveo delle garanzie costituzionali già vi sono e non necessitano di ulteriori modifiche, soprattutto se frettolose e strumentali all'interesse di qualcuno: ad personam, come avremmo gridato tutti in altri tempi.

Ultima modifica il Domenica, 24 Giugno 2012 18:50

Ti è piaciuto l'articolo? Allora, condividilo con i tuoi amici!

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter
Letto 608 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)

Lascia un commento

I commenti lesivi della dignità altrui o che incitano a comportamenti violenti e/o illeciti saranno cancellati

Autori