Accedi - Registrati

Pubblicato in Riviste

Critica Marxista n.6/2017

Sabato, 03 Febbraio 2018 17:25 Scritto da 

Sommario 6/2017

Editoriale

Aldo Tortorella, La spinta propulsiva nel tempo presente     

Osservatorio

Maurizio Landini, Per il rinnovamento del sindacato e per un nuovo soggetto politico    

Piero Di Siena, La sinistra in costruzione e i suoi dilemmi

Paolo Borioni, La Spd può vincere solo se cambia profondamente

Aldo Garzia, L’azzardo della Catalunya

Raffaele K. Salinari, Fenomeni migratori e politiche europee

Laboratorio culturale

Michele Prospero, La presa del Palazzo d’Inverno e la strategia di Lenin

Stefano Petrucciani, Il ripensamento del socialismo nel pensiero politico contemporaneo

Vittoria Franco, Etica della responsabilità come etica della con-vivenza

Chiara Giorgi, Pensare il presente, riconquistare il futuro

Mattia Gambilonghi, L’idea di comunismo in Lucio Magri (1962-1975)

Enrico Sergio Levrero, Dalla democrazia progressiva alla centralità del

mercato. Cavallaro sull’Italia contemporanea

Schede critica

Lea Durante, Politica e amori di Gramsci a Mosca

Antonino Infranca, Hannah Arendt e la libertà

Andrea Girometti, Le pratiche migranti come sfida al “pensiero di Stato”          

Informazioni aggiuntive

  • Logo: Logo
  • Testata: Critica Marxista - Nuova Serie
  • Numero/Anno: 6/2017
  • Periodicità: Bimestrale
  • Editore: Ediesse
  • ISSN: 0011-152X
  • Direttore responsabile: Aldo Tortorella
  • Direttore editoriale: Aldo Tortorella e Aldo Zanardo
  • Registrazione: Tribunale di Roma Sezione Registro Stampa n. 8975 del 12/1/1963
  • Altre informazioni:

    Siamo un gruppo di intellettuali e militanti politici che dal 1992 hanno rilevato Critica Marxista, rivista bimestrale di riflessione politica e culturale, dopo che il suo vecchio proprietario, il Pci divenuto Pds, ne aveva deciso la chiusura. Abbiamo editato in proprio la rivista, dando vita alla sua “seconda serie”, diretta da Aldo Tortorella e Aldo Zanardo, con lavoro volontario e senza fini di lucro, al solo scopo di non far morire una testata storica della cultura e della sinistra italiane, nella convinzione che fosse più che mai necessaria una sede che offrisse spazio ad «analisi e contributi per ripensare la sinistra», come recita il sottotitolo che decidemmo allora.
    Questo abbiamo cercato di fare nell’ultimo decennio, ospitando analisi sulla realtà politica e sociale contemporanea e saggi di riflessione teorica o di ricostruzione storiografica, ponendoci dal punto di vista di chi pensa che una sinistra degna di questo nome debba rinnovarsi ma non rimuovere il proprio passato, debba dialogare con punti di vista diversi senza rinunciare a priori ai propri strumenti di comprensione della realtà.
    Negli anni abbiamo incontrato nuovi amici e stabilito sinergie. Innanzitutto con l’Associazione per il rinnovamento della sinistra, che è animata dallo stesso spirito di ricerca, e della quale spesso pubblichiamo materiali, atti e documenti. E con gli Editori Riuniti, già editrice storica della testata e casa editrice di area Pci, ora come noi indipendente e libera nel cercare di dare un contributo alla cultura della sinistra italiana.
    Ma la storia di Critica Marxista inizia ovviamente molti anni prima, nel 1963, anno in cui il bimestrale nacque come rivista teorica del Partito comunista italiano. Si sono succeduti nella direzione di questa “prima serie” intellettuali e politici di rilievo, da Luigi Londo e Alessandro Natta a Emilio Sereni e Luciano Gruppi, da Aldo Tortorella e Giuseppe Chiarante ad Aldo Zanardo. Critica Marxista è stata la sede privilegiata dell’elaborazione politica e culturale dei comunisti italiani, tra le più prestigiose riviste teoriche del marxismo internazionale. Ha ospitato il dibattito sui temi di fondo della società contemporanea e sui nodi centrali dei diversi “marxismi” del Novecento, primo fra tutti quello che risale ad Antonio Gramsci. Hanno collaborato tra gli altri alla “prima serie” della rivista Louis Althusser, Nicola Badaloni, Franco Cassano, Umberto Cerroni, Biagio De Giovanni, Cesare Luporini, Giacomo Marramao, Giuseppe Prestipino, Silvano Tagliagambe, Mario Tronti, Giuseppe Vacca.

  • Prezzo (singolo numero) €: 10

 

 

Ultima modifica il Sabato, 03 Febbraio 2018 18:52
Letto 963 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Etichettato sotto
Alessandro Tedde

(Sassari, 1988). Avvocato e giurista, presidente di Sinistra XXI, in passato ha militato in alcune formazioni politiche della sinistra, anche assumendo ruoli dirigenziali. Nel 2008 è stato uno dei fondatori dell'allora più grande sindacato studentesco d'Italia, la Rete degli Studenti Medi.

Laureato con lode all'Università di Sassari con una tesi in diritto costituzionale sul principio di sovranità popolare, ha conseguito un diploma in Studi e ricerche parlamentari all'Università di Firenze e attualmente è dottorando di ricerca in Diritto dell'Unione europea e ordinamenti nazionali presso l'Università di Ferrara.

Sito web: www.avvocatoalessandrotedde.it

Social Network

PLG_K2_UEF_SOCIAL_FACEBOOK PLG_K2_UEF_SOCIAL_LINKEDIN PLG_K2_UEF_SOCIAL_TWITTER PLG_K2_UEF_SOCIAL_YOUTUBE
Devi effettuare il login per inviare commenti

Autori

div.tagItemImageBlock {float:none;} div.tagItemView {text-align: center;}

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.

Ok