Accedi - Registrati

Pubblicato in Blog

Per un fronte ecosocialista in Europa.

Domenica, 24 Novembre 2013 17:29 Scritto da 

Qui entra in gioco Schultz, candidato del Pse alla presidenza della Commissione, il quale recentemente ha aperto ad una coalizione contro il Ppe che, con l'entrata del Pdl italiano e del Partito Popolare Spagnolo, si è spostato sensibilmente a destra, mostrandosi prono alla troika, la quale, a detta di Schultz, dovrebbe chiedere perdono ai popoli Europei e a chi credeva nell'Europa dei popoli per le proprie politiche.

Esistono, dunque, delle possibilità perché l'asse del Socialismo Europeo, nel senso largo del termine, possa ricompattarsi. A ciò si aggiunga che Bové, il candidato più di sinistra alle primarie ecologiste indette online dai Verdi Europei, da sempre è per un partito dei Verdi che si collochi stabilmente a sinistra. Ed allora il fronte ecosocialista contro il liberismo potrebbe farsi più vicino.

Altri segnali depongono in questa direzione: la riunione delle sinistre del Psf in Francia, l'assemblea in Inghilterra "Labour Party Against Austerity", aperta a tutti i soggetti interessati, il documento della sinistra democratica per il socialismo del ventunesimo secolo, componente di sinistra della Spd tedesca.

Quali ripercussioni avrebbe in Italia un simile scenario è ipotizzabile. Un Pd che Epifani vorrebbe far aderire ufficialmente al Pse, provocando una scissione democristiana minacciata da Fioroni, una Sel che potrebbe fungere da ponte tra le tre famiglie Europee, una parte di movimento comunista che da sempre rifugge il settarismo, potrebbero essere i protagonisti dell'alleanza ecosocialista Europea. Dovrebbero adeguarsi i settari che in tutte le tre famiglie vedono sé stessi come sufficienti.

Anche perché i dati politici ed economici europei parlano di tre famiglie politiche non in grado di rappresentare e tutelare i lavoratori, un'Europa sociale e del lavoro, dei popoli. Un Pse intriso di troppi liberisti, troppo timido nel contrastare i provvedimenti della Troika e molto spesso autore degli stessi, giacché, costretto o meno, ha partecipato a governi di larghe intese con forze di centrodestra. Una Gue-Sinistra Europea troppo divisa al suo interno e troppe volte autoconfinatasi alla testimonianza. Un partito dei Verdi che ancora stenta a trovare il nesso tra ecologismo e antiliberismo, facendo alleanze a destra e a manca e non svolgendo a pieno quella funzione di portatore di istanze ambientali, che tanto preziosa sarebbe in un fronte ecosocialista.

In Italia, una nuova sinistra del lavoro e la ripresa della tesi del socialismo Costituzionale, tanto potrebbero aiutare allo scopo. Chi come me milita in Sinistra XXI non può che accogliere positivamente questi segnali di dialogo tra le forze del lavoro e del progresso e non può che sperare e lavorare, affinché anche dal basso ci si mobiliti perché si creino fronti e liste ecosocialiste, perché si delinei un alternativa concreta di trasformazione e di governo per un Europa che deve e può essere liberata dal peso di tecnocrazie e oligarchie turbocapitaliste, per provare a ridare voce e peso politici ai popoli Europei e non ai pochi speculatori come è stato fino ad ora.

Ultima modifica il Sabato, 07 Dicembre 2013 13:40
Letto 645 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonino Martino

(Reggio Calabria, 1987), studia giurisprudenza a Torino. A 14 anni si impegna nella Sinistra giovanile (allora l'unica organizzazione giovanile al Liceo Classico Newton di Chivasso), ma l'anno seguente aderisce ai Giovani Comunisti da indipendente. Nel 2005 fonda il coordinamento dei collettivi studenteschi Libera Lotta, diffuso in tutta Italia, che si evolve in Sinistra Nostra superando l'ambito studentesco e, nel 2008, pur mantenendo una propria elaborazione culturale, confluisce nel Movimento Radicalsocialista. Nel 2009, pertanto, diventa Responsabile Comunicazione e poi Responsabiile Movimenti della segreteria nazionale.

Convinto della necessità di una forte sinistra unita, prosegue un percorso coerente con la propria impostazione politica di comunista che si batte per l'egemonia.
Appassionato di lettura e musica (rock e metal), fin dalla sua origine ha aderito convintamente al progetto di Sinistra XXI.

Sito web: https://www.facebook.com/profile.php?id=100005179248315&fref=hovercard
Devi effettuare il login per inviare commenti

Blogger più seguiti

div.tagItemImageBlock {float:none;} div.tagItemView {text-align: center;}

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.

Ok