Accedi ai servizi con il tuo nome utente e password

Accedi - Registrati

*blog.sinistra21.it*

Pubblicato in La pagina dei Blog

Il "peccato originale" della Oerlikon

Giovedì, 16 Marzo 2017 11:23 Scritto da 

Ancora non si è esaurito il clamore della vicenda che ha riguardato il licenziamento, successivamente ritirato, del lavoratore che, a seguito di trapianto di fegato, era stato dichiarato inidoneo a qualsiasi mansione che la stessa azienda, stavolta in un territorio diverso, la Puglia, nel pieno del Mezzogiorno, ci ricasca!

Questa volta a farne le spese è un lavoratore che ha avuto la colpa di avere una disfunzione cardiaca che ha comportato la necessità di un intervento al cuore.

Stesso iter dell'episodio precedente con la dichiarazione di inidoneità del lavoratore e conseguente licenziamento per "giusta causa".

Il sindacato insorge e denunzia che la vicenda nasconde in realtà una rappresaglia nei confronti di uno dei contestatori del sistema di pause collettive imposte dall'azienda.

Dichiara infatti la FIOM che il licenziamento costituisce "l'ennesimo atto unilaterale e di barbarie delle corrette relazioni industriali consumatosi nella Oerlikon-Graziano" e "l'epilogo di un corso di azioni e scelte brutali - continua la nota della FIOM - improntate a fare azienda sulla pelle dei lavoratori. A carenti piani industriali, deficitari di investimenti e di azioni che, a tutt'oggi, non vedono il gruppo capace di intercettare nuovi clienti e mercati con l'innovazione di processo e di prodotto, si risponde con la via bassa del fare azienda che passa sulla carne viva dei lavoratori" (cit.)

A tal proposito va però ricordato il quadro normativo e contrattuale in cui si muovono queste operazioni. Se il comportamento di suddetta azienda indigna e lascia basiti per la virulenza con cui si scaricano in strada lavoratori non più fungibili alla generazione di utili e di fatturato, non meno indignati dovremmo essere di fronte al fatto che norme legislative e contrattuali consentano questo tipo di attività!

Il licenziamento per giusta causa prevede infatti che lavoratori non ritenuti più idonei alle mansioni ascritte all'atto della assunzione possano essere licenziati...e norme di salvaguardia sul superamento del comporto in caso di patologie invalidanti o limitanti dell'azione produttiva dei soggetti colpiti si stanno introducendo, quado si riesce, solo oggi in qualche contratto nazionale.

E che dire della legislazione?

La legge Fornero, oltre a distruggere il sistema previdenziale per come lo conoscevamo e allungare la "vita produttiva" delle persone ha anche aperto la stura ai licenziamenti individuali per motivazione economica fino al numero di 5 persone.

Allora forse sarebbe il caso che, oltre alla legittima indignazione, la gente che scrive o ha contribuito a scrivere leggi e/o contratti smetta di sventolare la propria rabbia per questi eventi ai fini propagandistici ed elettorali e si metta al lavoro, seriamente, per garantire un sistema di regole e di leggi che impediscano queste vergognose situazioni e ripristinino o scrivano ex novo delle norme di civiltà che impediscano a famiglie che già vivono questo tipo di tragedie di sprofondare nel baratro.

Equità e giustizia sociale devono essere i mantra da perseguire nei programmi politici di una sinistra che ama definirsi tale...in aggiunta all'applicazione della Costituzione che il popolo Italiano ha difeso contro il tentativo di scardinamento in data 4 dicembre.

Al lavoratore interessato dal provvedimento di licenziamento non resta che testimoniare la solidarietà di tutti i lavoratori con l'augurio che il licenziamento venga ritirato come nel precedente caso e, più in generale, l'augurio che questi casi non abbiano a ripetersi sperando che qualcuno intervenga sul sistema di regole che permette questa vergogna.

Ultima modifica il Venerdì, 17 Marzo 2017 12:14

Ti è piaciuto l'articolo? Allora, condividilo con i tuoi amici!

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter
Letto 596 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)

Lascia un commento

I commenti lesivi della dignità altrui o che incitano a comportamenti violenti e/o illeciti saranno cancellati

Blogger più seguiti

div.tagItemImageBlock {float:none;} div.tagItemView {text-align: center;}