Accedi ai servizi con il tuo nome utente e password

Accedi - Registrati

*blog.sinistra21.it*

Pubblicato in Notizie

I "ma anche" del Pd sugli F35.

Venerdì, 26 Settembre 2014 09:20 Scritto da 

poi arrivi il soccorso azzurro di Forza Italia al Governo, che presenta una mozione per il mantenimento del programma F35, votata pure dal Pd senza i civattiani, che passa.

Ora sarà il governo a decidere quale mozione seguire e non abbiamo dubbi che con una ministra come la Pinotti, da sempre sfegatata sostenitrice del piano F35, sarà la mozione Brunetta a prevalere.

Ma il dato politico su cui riflettere è anche un altro: il congenito "ma anche" del Pd. Come si fa a votare due mozioni contrastanti nello stesso giorno, a distanza di pochi minuti? E' un errore politico o c'è qualcosa di più?

Evidentemente è la seconda risposta quella giusta: in quel voto ci sono le contraddizioni di un partito che non avendo mai portato a compimento la sua identità, che voleva essere, secondo quanto detto dai fondatori, l'incontro tra la cultura del Pci e quella della Dc coniugate in chiave progressista", si ritrova a poter votare tutto e il contrario di tutto, senza alcun scalpore.

Penso che i militanti del Pd debbano risolver questo nodo: compito della sinistra è oggi far prevalere un'identità del partito basata su Costituzione e lavoro come asse contro il neoliberismo, rispetto alla destra del partito che, non solo in questa votazione, si è palesata.

Il disvelamento in questo caso è merito della mozione Civati, mozione che ha certo la debolezza di un identità mai chiarita, nata da una scissione di snistra dalla leopolda Renziana, ma ha anche la forza di ospitare molte culture politiche e di essere ancora agibile per una sana egemonia, dato che tra l'altro è la mozione con più giovani presenti al suo interno.

Ultima modifica il Venerdì, 03 Ottobre 2014 16:47

Ti è piaciuto l'articolo? Allora, condividilo con i tuoi amici!

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter
Letto 401 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Etichettato sotto
Antonino Martino

(Reggio Calabria, 1987), studia giurisprudenza a Torino. A 14 anni si impegna nella Sinistra giovanile (allora l'unica organizzazione giovanile al Liceo Classico Newton di Chivasso), ma l'anno seguente aderisce ai Giovani Comunisti da indipendente. Nel 2005 fonda il coordinamento dei collettivi studenteschi Libera Lotta, diffuso in tutta Italia, che si evolve in Sinistra Nostra superando l'ambito studentesco e, nel 2008, pur mantenendo una propria elaborazione culturale, confluisce nel Movimento Radicalsocialista. Nel 2009, pertanto, diventa Responsabile Comunicazione e poi Responsabiile Movimenti della segreteria nazionale.

Convinto della necessità di una forte sinistra unita, prosegue un percorso coerente con la propria impostazione politica di comunista che si batte per l'egemonia.
Appassionato di lettura e musica (rock e metal), fin dalla sua origine ha aderito convintamente al progetto di Sinistra XXI.

Sito web: https://www.facebook.com/profile.php?id=100005179248315&fref=hovercard

Lascia un commento

I commenti lesivi della dignità altrui o che incitano a comportamenti violenti e/o illeciti saranno cancellati

Blogger più seguiti

div.tagItemImageBlock {float:none;} div.tagItemView {text-align: center;}