Accedi ai servizi con il tuo nome utente e password

Accedi - Registrati

*blog.sinistra21.it*

Pubblicato in La pagina dei Blog

Tsipras, l'alternativa alla ricerca di un'alternativa.

Martedì, 22 Luglio 2014 10:40 Scritto da 

Tuttavia, rispetto a questi due processi, l'attuale è più moderato dal punto di vista politico in quanto include la cultura liberale keynesiana tra quelle fondatrici, eppure si presenta più intransigente sul piano delle alleanze. Il rischio di velleitarismo e minoritarismo è, pertanto, insito in questa operazione e dobbiamo esserne consapevoli noi, così come lo sono i greci che hanno praticamente "commissariato" L'Altra Europa. Tsipras ormai diffida di tutte le componenti presenti nella lista (e dopo il thriller scatenatosi sulla sua presunta lettera alla Spinelli non si può non capirlo) e mantiene rapporti fiduciari solo con il suo emissario Panagopoulos.

Ben oltre la richiesta di farsi garanti del percorso, i greci si son resi conto che questo è diventato una bomba ad orologeria, anche per l'inesistenza di una discussione franca sul suo futuro, a cui è stata sostituita una esiste, bensì vi è una tregua armata tra diverse componenti e, specificamente, tra quelle che detengono, di fatto, il diritto di vita o di morte sulla lista, cioè chi ha eletto in Europa (Prc e Alba-professori) e chi ha i parlamentari in Italia (Sel). Noi possiamo dire ciò che vogliamo, ma il futuro di un processo aggregativo dipende dagli equilibri interni a questi soggetti.

Proprio in conseguenza di questo fatto, atteso che abbiamo capito che questa lista non voglia porsi come alternativa al capitalismo, la domande vera è: alternativi al Pd o alternativi a Renzi?

Una parte dei componenti guarda alla sinistra del Pd come interlocutore strutturato (come dimostra la fondazione dell'associazione Possibile con Civati), un'altra parte ritiene il Pd come alternativo in sé e per sé. È chiaro il vuoto di discussione: l'assemblea del 19, per l'ennesima volta, non ha avuto un documento preparatorio su cui far discutere i livelli locali e, al pari della precedente in cui abbiamo assistito al vergognoso atto della Spinelli di non partecipare e comunicare le proprie decisioni a danze finite, si è risolta in un dispendio di energie e risorse pressoché inutile. Cosa è dunque venuto a fare Tsipras e sulla base di quale mandato abbiamo mandato a discutere a Roma i compagni delle delegazioni locali?

Non mi sembrano discussioni futili: si fanno più danni a fare subito molte cose poco pensate che a farne poche ma ben studiate.

Syriza, cioè un partito del 4% fino al 2011 in un Paese di pochi milioni di votanti, ha discusso nella forma di "spazio politico-coalizione" per dieci anni e la sua discussione giovava di un dibattito comunque mai interrotto dai tempi del KKE dell'esterno. In Italia, a malapena si è fatta una lista elettorale, di cui non si è riusciti a rispettare i patti (vedasi l'affaire Spinelli) e che, all'insegna di una falsa democrazia quale quella assembleare, dà mandato a non si sa bene chi di fare qualcosa purché si faccia. È un segno di immaturità politica di cui, francamente, non si sente il bisogno e, purtroppo, anche gli streaming delle riunioni del comitato nazionale confermano questa linea del "fare fare prima di tutto".

Con Gramsci, mi viene da dire che la prima unità da ricostruire sarebbe quella necessaria tra l'ottimismo della volontà e il pessimismo della ragione.

Ultima modifica il Martedì, 22 Luglio 2014 11:53

Ti è piaciuto l'articolo? Allora, condividilo con i tuoi amici!

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter
Letto 583 volte
Vota questo articolo
(1 Vota)
Etichettato sotto
Alessandro Tedde

(Sassari, 1988). Avvocato e giurista, Presidente Nazionale di Sinistra XXI e componente della Direzione Nazionale di Sinistra Italiana.
Laurea con lode in diritto costituzionale all'Università di Sassari, diploma post-laurea in Studi e ricerche parlamentari all'Università di Firenze. Ho fondato la Rete degli Studenti Medi (2008) e Sinistra XXI (2012).
Mi occupo di ricerca sui seguenti temi del diritto pubblico: sovranità, globalizzazione, socialismo costituzionale, forme di stato-governo, partiti

Sito web: www.avvocatoalessandrotedde.it

Lascia un commento

I commenti lesivi della dignità altrui o che incitano a comportamenti violenti e/o illeciti saranno cancellati

Blogger più seguiti

div.tagItemImageBlock {float:none;} div.tagItemView {text-align: center;}