Accedi ai servizi con il tuo nome utente e password

Accedi - Registrati

*blog.sinistra21.it*

Pubblicato in La pagina dei Blog

LE EUROPEE, LA SINISTRA, LA QUESTIONE DEL PARTITO, IL RUOLO DEI SOCIALISTI.

Martedì, 15 Aprile 2014 09:47 Scritto da 

Ora passeremo le Europee e molti di noi, speriamo la maggioranza, stiamo lavorando per passarle al meglio attraverso il successo della Lista "L'Altra Europa con Tsipras" che è l'unica aggregazione di opposizione e resistenza all'attuale gestione dell'Europa che sia dotata di un programma politico identificato e possibile. Per questo, è un milione di volte meglio che la "Lista Tsipras" passi il quorum e meglio ancora se raggiungesse una affermazione. Ma non solo e non tanto nel perché questa prospettiva salverebbe il ruolo politico di SEL, anche, ma soprattutto perché aprirebbe nuove prospettive. Ci dovremmo augurare che comunque, dopo queste elezioni, il quadro politico della sinistra italiana vada ad essere trasformato. Anche nell'augurabile caso di buona affermazione dell'"Altra Europa", sarebbe giusto e inevitabile che SEL, comunque, si rimetta in gioco e che rimetta in gioco la propria soggettività. Ma sia la vittoria che la sconfitta della Lista non cambierebbero il fatto che SEL resta uno spazio politico ma non è, e non diventerà automaticamente, un soggetto politico. La scelta di partecipare alla Lista Tsipras ha maledettamente molti, troppi, padri e tanti film diversi. Detto questo, è meglio un buon risultato, perché raccogliebbe la resistenza all'Europa di Merkel con le sue mille sfaccettature, e consentirebbe il recupero di consensi dalla crisi del PD, dai populisti e dall'astensionismo. Dopo di che, almeno SEL rimarebbe un punto di aggregazione con in più il merito di aver dato le maggiori energie al conseguimento del risultato, e non invece quel punto di disgregazione che sarebbe nel caso di sconfitta. Ma comunque SEL, in caso di vittoria, diventerebbe uno spazio troppo stretto.
L'urgenza, però, è un'altra ed è quella di costituire un nuovo partito di sinistra popolare. Non diciamo socialista perché la caratterizzazione non può, oggettivamente, e soggettivamente, che essere un secondo passaggio. E questo per tutti i motivi per cui la parola socialista in Italia è purtroppo una parolaccia. Ma, ragionando, per chi sa di storia, si dovrebbe trattare di un partito che deve nascere soprattuto dal basso, come nel 1892 fu per il Partito dei Lavoratori Italiani. Tutto questo fermento di movimenti, quelli intelligenti e non i coglioni che spaccano le vetrine, associazioni, aree sindacali, o si trasferisce nell'impegno a fare un salto in politica generale oppure non serve a niente. Abbiamo sperimentato abbastanza per scoprire che non ci sono forme organizzative sostanzialmente nuove e che la politica ha delle esigenze che prescindono dalle suggestioni nuoviste. Di certo sarebbe sbagliato cominciare ad unire a partire dagli stati maggiori degli attuali pezzi di partiti; non ha mai funzionato e non c'è motivo per il quale debba funzionare ora. Semmai, questi generali e colonnelli la smettano di essere autoreferenziali e si mettano, una volta per tutte, al servizio di un progetto politico che nasce dal radicamento e da un programma di pochi punti chiari e strutturali riguardanti il lavoro, il welfare, la questione delle abitazioni, la pace e la sostenibilità.
Ma la differenza ce la possiamo mettere solo noi socialisti attualmente sparpagliati ma per fortuna in dialogo e in rete. A mio avviso, dovremmo metterci in gioco in questo progetto e metterci la faccia, identificandoci. Questa è, a mio avviso, la condizione preliminare ineludibile che creerebbe le premesse affinché questa a "cosa" si possa in seguito imprimere il passaggio dell'identità socialista.

Ultima modifica il Martedì, 15 Aprile 2014 10:09

Ti è piaciuto l'articolo? Allora, condividilo con i tuoi amici!

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter
Letto 658 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)

Lascia un commento

I commenti lesivi della dignità altrui o che incitano a comportamenti violenti e/o illeciti saranno cancellati

Blogger più seguiti

div.tagItemImageBlock {float:none;} div.tagItemView {text-align: center;}