Accedi ai servizi con il tuo nome utente e password

Accedi - Registrati

*blog.sinistra21.it*

Pubblicato in La pagina dei Blog

Costruiamo un fronte di mobilitazione popolare del lavoro

Sabato, 04 Maggio 2013 17:02 Scritto da 

A premessa di tale percorso è necessario porre:

  • il rifiuto dell'idea della fine della storia, utile ad un'ottica di conservazione del sistema. Fuori dal populismo radicaloide, esiste uno spazio per la costruzione di una teoria socialista e di una pratica rivoluzionaria;
  • il rifiuto del ritorno nostalgico a mitiche origini. Basta con le rifondazioni, con le unità calate dall'alto, con i progetti ricchi di buona volontà e poveri di ragionamento sulla fase che attraversiamo;
  • il rifiuto di chiusura dei soggetti esistenti in congressi e diatribe tutte interne, lotte di fazione e riconferme di gruppo dirigenti fallimentari;
  • il valore della programmaticità.

Le forze politiche capitaliste sono in fermento: il governo Letta, dopo il governo Monti, è l'ulteriore possibilità di ricostruire un partito del Capitale (non necessariamente come unico soggetto politico), cui oggi non si contrappone niente di unitario e di non marginale sul versante del Lavoro.

Per l'estrema parziarietà dei partiti e dei movimenti politici del movimento dei lavoratori è necessario che si assuma il carattere della “straordinarietà” della fase, prevedendo una cessione parziale di sovranità verso un comune luogo di confronto, consultazione ed organizzazione dell'azione, a base rappresentativa dei lavoratori e dei soggetti contigui (studenti, disoccupati, pensionati).

La strada della comune ricerca teorica, della consultazione e dell'unità d'azione permanente, di fronte alla palese crisi delle dirigenze dei soggetti che si riconosconto interni al movimento operaio, deve essere perseguita, a partire dal un luogo di confronto con le diverse soggettività del movimento operaio, senza essere fatta ostaggio delle tentazioni conservative dei gruppi dirigenti, né dei timori di quadri e militanti delle diverse forze.

 

Ultima modifica il Lunedì, 06 Maggio 2013 13:25

Ti è piaciuto l'articolo? Allora, condividilo con i tuoi amici!

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter
Letto 840 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Alessandro Tedde

(Sassari, 1988). Avvocato e giurista, Presidente Nazionale di Sinistra XXI e componente della Direzione Nazionale di Sinistra Italiana.
Laurea con lode in diritto costituzionale all'Università di Sassari, diploma post-laurea in Studi e ricerche parlamentari all'Università di Firenze. Ho fondato la Rete degli Studenti Medi (2008) e Sinistra XXI (2012).
Mi occupo di ricerca sui seguenti temi del diritto pubblico: sovranità, globalizzazione, socialismo costituzionale, forme di stato-governo, partiti

Sito web: www.avvocatoalessandrotedde.it

Lascia un commento

I commenti lesivi della dignità altrui o che incitano a comportamenti violenti e/o illeciti saranno cancellati

Blogger più seguiti

div.tagItemImageBlock {float:none;} div.tagItemView {text-align: center;}
I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok