Accedi ai servizi con il tuo nome utente e password

Accedi - Registrati

*la Sinistra del XXI secolo*

Le elezioni comunali ed europee del 25 maggio lanciano un guanto di sfida alla sinistra di governo, che è anche una sfida per un governo di sinistra: rinnovamento ed innovazione da una parte contro il conservatorismo politico e l'autoconservazione dei ceti politici dall'altra.

Sotto il primo profilo, non è più possibile attendere per riaprire la prospettiva dell'alternativa sociale: a distanza di dieci anni dal "movimento dei movimenti", l'ultimo capace di mobilitazione su scala planetaria, bisogna saper trasformare lo slogan "un'altro mondo possibile" in realtà concreta.

Per questo è necessario, di fronte al continuo moderarsi delle posizioni della sinistra nostrana, costruire un nuovo modo di "essere sinistra di governo" ovvero che lotta per assumere le funzioni politico-amministrative necessarie per operare il cambiamento voluto.

I forum sono luoghi specifici, nel tessuto territoriale e produttivo, in cui accogliamo la frammentata classe lavoratrice e lavoriamo per radicare socialmente una credibile e comprensibile proposta di fuoriuscita, a tappe concrete, dal capitalismo verso il socialismo, perché senza il consenso e la partecipazione popolare, nessun processo rivoluzionario potrà riuscire a trasformare il sistema capitalista in un sistema socialista.

Autori