Accedi ai servizi con il tuo nome utente e password

Accedi - Registrati

*la Sinistra del XXI secolo*

Martedì, 05 Settembre 2017 20:18

Lotta di classe - gioco da tavolo

Class Struggle (Lotta di Classe) è un board game (gioco da tavolo) creato nel 1978 da Bertell Ollman, filosofo marxista, professore di politica all’Università di New York.

Anno: 1978 • Num. giocatori: 2-6 • Durata: 90 minuti

Tratto da: http://stratoplot.com/7QZ
Copyright © La Tana dei Go

Anno: 1978 • Num. giocatori: 2-6 • Durata: 90 minuti

Tratto da: https://www.goblins.net/giochi/class-struggle-5585
Copyright © La Tana dei Goblin

 

Venerdì, 11 Novembre 2016 10:05

Giovani e formazione

A sinistra è presente un notevole deficit di formazione politica e culturare dei quadri, in particolare giovani, dovuta all'abbandono della pratica delle scuole di formazione. Siamo tendenzialmente contrari alla costruzione di classiche organizzazioni giovanili di partito, proprio per la ridotta integrazione dei giovani negli organismi dirigenti di partito. Ciò consente la riproduzione coatta di quelle dirigenze e burocrazie interne che basano le scelte strategiche sull'assenza di condivisione con la base militante. E' opinione da noi condivisa l'esistenza di un vero e proprio tappo generazionale che spesso si cela sotto una fumosa retorica tutta "giovani e precarietà" e su di un'analisi superficiale della condizione giovanile.

Mercoledì, 20 Giugno 2012 11:58

Per un piano della formazione

La formazione politica-culturale, quale attività pedagogica e di ricerca, è una priorità della nostra agenda, poiché la sinistra ha un profondo ritardo sul versante della politica dei quadri. Si tratta di avviare un lavoro di lunga lena che contribuisca alla (ri)costruzione di un nuovo pensiero politico della Sinistra del XXI secolo. Essa dovrebbe essere intesa come attività di ricerca finalizzata alla ricostruzione di una nuova teoria e di una nuova prassi; come attività pedagogica nel senso di una pedagogia di massa in grado di costruire una comunità politica portatrice di una cultura alternativa diffusa, per superare il praticismo quotidiano di militanti ed amministratori.

E' necessario definire un piano formativo che sia frutto di una logica unitaria, condivisa e partecipata, sulla base di un costituendo anagrafe dei formatori, senza precluderci possibilità di collaborazione esterne. Proponiamo un percorso collettivo e condiviso strutturato su tempi lunghi, attraverso momenti di approfondimento che verteranno sulle questioni nodali del nostro tempo, individuati attraverso strumenti come i questionari che rilevino scientificamente il fabbisogno formativo. Accanto a seminari e convegni, prevediamo momenti formativi che favoriscano la socializzazione e la condivisione delle esperienze (political forums e summer schools o altri momenti di formazione residenziale). 

La preprazione politico-intellettuale dei compagni (soprattutto giovani) ha una importanza strategica. Abbiamo tutti, infatti, a sinistra, un deficit nella formazione politica e culturare dei quadri e dei militanti, dovuta all'abbandono della pratica delle scuole di formazione, nonché alla perdita del ruolo formativo delle classiche organizzazioni giovanili di partito, anche a causa della ridotta integrazione dei giovani negli organismi dirigenti di partito.

Un'adeguata formazione politica nella sinistra eviterebbe la riproduzione delle burocrazie che proliferano a discapito della condivisione con la base militante. La formazione intreccia,dunque, anche il tema del rinnovo della classe dirigente della Sinistra (e con essa di quella del Paese). 

E' importante che la scuola conduca un tentativo avanzato di connettere le strutture di partito con quelle di movimento, intellettuali e società civile su un programma di alternativa anticapitalistica, alternando dibattiti, lezioni seminariali e aggregazione.

Sabato, 16 Giugno 2012 18:49

Corsi e scuole di formazione politica

L'associazione organizza corsi e scuole di formazione politica su richiesta, secondo varie modalità (territoriale o a distanza), con materiali scritti o multimediali. Le tematiche, che possono essere concordate in anticipo, possono variare da questioni più politiche a questioni più tecniche.

Seguono i costi orientativi.

Autori