×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 77

Accedi ai servizi con il tuo nome utente e password

Accedi - Registrati

*la Sinistra del XXI secolo*

Nell'estate 2015, nacque Sinistra italiana come gruppo parlamentare orientato a creare il partito nitario della sinistra: una nascita parlamentarista, ultrapartitista e romanocentrica, ultima chance per i vecchi dirigenti della sinistra di assumere la direzione del processo di ricostruzione della sinistra.

Nell'inutile ed insensato appuntamento di Cosmopolitica si discusse di tutto tranne che di programma, statuto, regole di comportamento, gruppi dirigenti. I margini per dare battaglia al primo congresso di SI sono stati insufficienti, sia in termini emendativi di statuto e documento che per l'accesso negli organismi dirigenti.

Si è concluso il Congresso nazionale della CGIL, la più grande organizzazione di massa in Italia con 5 milioni e 700mila aderenti, sebbene la metà siano pensionati e rimane ancora un punto di riferimento e di speranza per milioni di lavoratrici e lavoratori.

Con più di tre milioni di disoccupati, altri tre milioni di persone che hanno rinunciato a cercare il lavoro, mezzo milione di cassa integrati, il lavoro precario, lo sfruttamento, i ricatti padronali, i salari inadeguati, l'età pensionabile a (quasi) 70 anni, i giovani senza futuro.

Sinistra XXI agisce in modo coordinato nei soggetti politici e sociali, al fine di portarvi le proprie istanze, anche in sede congressuale come fecero i compagni Martino e Comi in Sinistra Ecologia Libertà, con emendamenti di minoranza su politiche giovanili e rinnovo della classe dirigente per:

  • dipartimenti giovanili e non giovanile di partito classica, che agiscano in modo coordinato con il partito a tutti i livelli e favoriscano vera partecipazione ed apertura fuori e dentro il soggetto politico;

  • formazione di militanti e dirigenti tramite scuole di formazione politica e diffusione della cultura popolare;

  • impegno del partito a favorire il ricambio continuo di una classe dirigente, secondo logiche di merito e non di cooptazione personale o correntizia.

È un esempio per le compagne e i compagni impegnati nei più vari percorsi politici di come porsi dentro i soggetti politici della sinistra, facendo vivere in essi le istanze della nostra organizzazione, senza farsi risucchiare dalle logiche correntizie interne, ben sapendo della loro insufficienza e del loro necessario superamento. 

Come conseguenza del principio transpartitico che regge Sinistra XXI, oggi pubblichiamo gli emendamenti proposti o comunque sostenuti da Antonino Martino (Vice presidente nazionale di Sinistra XXI) nel congresso nazionale di Sinistra Ecologia Libertà.

A prescindere dalla collocazione interna al congresso, che riteniamo spetti alle singole compagne e compagni decidere in coerenza con la loro militanza dentro SEL, facciamo appello a tutte e tutti gli aderenti, simpatizzanti e sostenitori di Sinistra XXI che siano anche iscritti al partito di SEL di leggere tali emendamenti e, avendoli condivisi, sostenerli convintamente nel congresso. Contemporaneamente invitiamo quanti abbiano contributi e/o altri documenti, a prescindere dalle aree di appartenenza, a trasmetterceli via email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

E' nostro interesse che la comunità di Sinistra XXI, che opera dentro e fuori i partiti della sinistra con i propri militanti al fine di giungere alla riunificazione politica del Lavoro, si mantenga unita e forte. E questo, per parafrasare Gramsci, può avvenire solo con uno stile di direzione politica che, prima di tutto, abbia la capacità di ascoltare. Pertanto, evitiamo che per l'ennesima volta un congresso di una forza di sinistra si trasformi nell'occasione per aumentare le divisioni e riprodurre i diktat e i "militarismi" e, proprio grazie alla nostra capacità di ascolto oltre i confini delle aree politiche, favoriamo l'unità d'intenti che è la vera e unica arma che i lavoratori - e in generale tutti i soggetti del Lavoro - ancora possiedono contro il Capitale.

Alessandro Tedde

(Pres. naz. Sinistra XXI)

Autori