Accedi ai servizi con il tuo nome utente e password

Accedi - Registrati

*la Sinistra del XXI secolo*

Alessandro Tedde

Alessandro Tedde

(Sassari, 1988). Avvocato e giurista, Presidente Nazionale di Sinistra XXI e componente della Direzione Nazionale di Sinistra Italiana.
Laurea con lode in diritto costituzionale all'Università di Sassari, diploma post-laurea in Studi e ricerche parlamentari all'Università di Firenze. Ho fondato la Rete degli Studenti Medi (2008) e Sinistra XXI (2012).
Mi occupo di ricerca sui seguenti temi del diritto pubblico: sovranità, globalizzazione, socialismo costituzionale, forme di stato-governo, partiti

La versione estesa e completa del mio intervento alla Direzione nazionale di Sinistra Italiana del 4 marzo 2017, convocata con il seguente ordine del giorno:

  1. Elezione della Segreteria nazionale
  2. Regolamento economico degli eletti
  3. Fase politica
Letto 211 volte
Vota questo articolo

Segue una bozza da completare del comunicato stampa da inviare ad organi di stampa (giornali cartacei e online) e di informazione (radio e tv) locali per dare diffusione della notizia della nascita del comitato promotore del nodo locale di Sinistra XXI.

Letto 9 volte
Vota questo articolo

Nel lavoro di promozione di nodi di fabbrica e forum di distretto, ha una grande rilevanza l'inchiesta operaia come metodo del lavoro politico nell'azienda, un tipo di intervento inventato da Karl Marx che si fonda sulla conoscenza preventiva dei lavoratori e della fabbrica e che nella storia del movimento operaio ha avuto alterne fortune. Per la costituzione del partito antagonista, il solo di cui non si servono i grandi industriali, i quali non hanno "un partito politico permanente proprio [ma] si servono dei partiti esistenti [perché] il loro interesse è un determinato equilibrio, che ottengono appunto rafforzando coi loro mezzi, volta a volta, questo o quello dei partiti del vario scacchiere politico” (A. Gramsci, Note sul Machiavelli), più che promuovere “un accordo con i segretari delle federazioni e dei sindacati [serve] studiare ciò che avviene in mezzo alle masse operaie [nella] fabbrica capitalista come forma necessariamente della classe operaia, come organismo politico, come ‘territorio nazionale’ dell'autogoverno operaio” (A. Gramsci, L'Ordine nuovo).

Letto 667 volte
Vota questo articolo
Venerdì, 08 Dicembre 2017 18:55

Transpartitismo e baricentro

in Tattica

Una compagna pone un interrogativo sul transpartitismo, un principio fondativo di Sinistra XXI: perché, in alcune fasi, nella tattica transpartitica di Sinistra XXI sembra essere privilegiata l'iniziativa nei confronti di una specifica componente della sinistra? Approfitto della circostanza per rimettere in ordine alcuni assi portanti della nostra azione.

Per rispondere ai dubbi della compagna, non cambia nulla rispetto a quanto storicamente Sinistra XXI ha sempre fatto: l'unica differenza è che in questi giorni/settimane si sta appunto combattendo la battaglia per la conquista di una casamatta (con il congresso di SI dal 17 al 19 febbraio), che non sarà risolutiva per vincere la lotta complessiva, ma il cui controllo può aprire nuovi spazi e spiragli per l'avanzamento della nostra strategia.

Entro febbraio il congresso di SI finirà e ad aprile, peraltro, si aprirà un'altra lotta: quella del congresso di Rifondazione comunista, dove le compagne e i compagni di Sinistra XXI impegnati in questa organizzazione saranno appoggiati e sostenuti, così come viceversa è successo in questi giorni con chi aderisce a SI.

Letto 250 volte
Vota questo articolo

Nell'estate 2015, nacque Sinistra italiana come gruppo parlamentare orientato a creare il partito nitario della sinistra: una nascita parlamentarista, ultrapartitista e romanocentrica, ultima chance per i vecchi dirigenti della sinistra di assumere la direzione del processo di ricostruzione della sinistra.

Nell'inutile ed insensato appuntamento di Cosmopolitica si discusse di tutto tranne che di programma, statuto, regole di comportamento, gruppi dirigenti. I margini per dare battaglia al primo congresso di SI sono stati insufficienti, sia in termini emendativi di statuto e documento che per l'accesso negli organismi dirigenti.

Letto 908 volte
Vota questo articolo

Cosa caratterizzava lo stile di direzione politica gramsciano1? La capacità di ascoltare. E' dunque opportuno ascoltare i dubbi e le sollecitazioni che arrivano dalle compagne e dai compagni e provare, per quanto possibile, a darvi risposta.

€0.00
Quantità:
Letto 6078 volte
Vota questo articolo
Lunedì, 05 Dicembre 2016 06:00

Lavoro contro Capitale

La frammentazione sociale del Paese non è inquadrabile in rigide alleanze elettorali di centrosinistra o di centrodestra: una semplificazione determinata da meccanismi antidemocratici, che producono poli politici non socialmente omogenei, mentre l'unico bipolarismo vero - Lavoro contro Capiale - necessita di una strutturazione politica tra un partito lavorista della Costituzione e degli oppressi soggetti al lavoro opposto al partito capitalista delle élites.

Letto 1040 volte
Vota questo articolo

Autori