Accedi ai servizi con il tuo nome utente e password

Accedi - Registrati

*la Sinistra del XXI secolo*

Pubblicato in Formazione

Per una scuola permanente di formazione politica.

Domenica, 17 Giugno 2012 16:59 Scritto da 

Nell'OdG dei Giovani Comunisti la conferma delle ragioni fondative di Sinistra XXI

Il 16 giugno il Coordinamento Nazionale dei Giovani Comunisti ha votato a maggioranza un ordine del giorno sulla formazione che "reputa positivo il tentativo del Partito [della Rifondazione Comunista] di promuovere un corso di formazione politica, che si terrà a Roma nei primi giorni di luglio. Dopo anni in cui il Partito aveva abbandonato l’importanza strategica della preparazione politico-intellettuale dei giovani compagni, un’iniziativa del genere non può che sposare le migliori intenzioni di tutti."

Recentemente è maturata nel PRC la consapevolezza di un deficit nella formazione politica e culturare dei quadri, in particolare giovani, dovuta all'abbandono della pratica delle scuole di formazione. Aggiungono i GC: "non condividiamo la tempistica e la modalità di selezione dei compagnil’organizzazione giovanile non è stata minimamente coinvolta nella discussione del programma del corso, che richiederebbe un’ampia condivisione, anche per focalizzare le esigenze formative."

Siamo tendenzialmente contrari alla costruzione di classiche organizzazioni giovanili di partito, proprio per la ridotta integrazione dei giovani negli organismi dirigenti di partito. Ciò consente la riproduzione coatta di quelle dirigenze e burocrazie interne che basano le scelte strategiche sull'assenza di condivisione con la base militante. Ci pare incredibile che, in questo caso, i giovani del partito non solo non siano stati resi protagonisti, ma neanche partecipi della progettazione dell'attività di formazione. Così come ci sembra oltremodo avvilente che la scelta dei partecipanti possa eventualmente avvenire con un meccanismo di cooptazione tout court.

Dopo la formazione si intreccia un altro tema fondativo di Sinistra XXI: quello del rinnovo della classe dirigente della Sinistra (e con essa di quella del Paese). E' opinione da noi condivisa l'esistenza di un vero e proprio tappo generazionale che spesso si cela sotto una fumosa retorica tutta "giovani e precarietà" e su di un'analisi superficiale della condizione giovanile. Così ecco che anche i GC arrivano rivendicare il fatto di fornire "un contributo attivo alla costruzione del Partito" e di avere accumulato "nel corso del tempo e della militanza quotidiana un ampio bagaglio di esperienze e capacità. [...] Riteniamo pertanto che siano e debbano essere percepiti come una risorsa e non come un problema o un ostacolo da aggirare." Una sacrosanta rivendicazione, secondo noi!

Non entriamo nel merito della scelta politica dei GC che "non parteciperanno in quanto tali al seminario di luglio", anche se "sosterranno tutte le iniziative che il Partito adotterà nel prossimo futuro in materia, chiedendo in futuro una discussione collegiale dei programmi di educazione teorico-politica" e il "oinvolgimento nella costruzione di un programma di formazione, discusso e condiviso con il Partito, che abbia un’articolazione in iniziative nazionali e territoriali."

Come Sinistra XXI auspichiamo che diventi realtà quanto affermato in conclusione sul fatto che questa estate "si produrrà un tentativo avanzato di mettere in connessione la giovanile del Partito con strutture di movimento, collettivi autorganizzati, intellettuali e società civile su un programma di alternativa anticapitalistica, alternando dibattiti, lezioni seminariali, aggregazione giovanile."

(il testo originale è pubblicato al seguente link: http://www.giovanicomunisti.it/wordpress/archives/3773 )

Ultima modifica il Venerdì, 13 Gennaio 2017 22:02

Ti è piaciuto l'articolo? Allora, condividilo con i tuoi amici!

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter
Letto 1134 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Etichettato sotto

Lascia un commento

I commenti lesivi della dignità altrui o che incitano a comportamenti violenti e/o illeciti saranno cancellati

Newsletter

Dove trovi i nostri scritti

Autori